domenica 4 dicembre 2016

La finestra sul cortile - Rear window

da un pò siamo in viaggio. Tra poco aggiorneremo il blog, ma intanto ecco alcune immagini di quel che abbiamo visto.
for a while we are traveling. Soon we will update the blog, but in the meantime here are some pictures of what we have seen

le altre su/ the others on: Instagram

 

martedì 2 agosto 2016

domenica 29 maggio 2016

seconda parte - second part/quarto e quinto viaggio (fourth and fifth trip)

italian/english version
Testi per la mostra : "La fine del Nuovo". Si può leggere da solo, ma meglio se assieme alla prima parte.
text for the exibition :  "the end of the new". it would be better to read it after the first part


Di nuovo? La fine

Quel che fin'ora mi ha fatto
soffrire è d'aver rifiutato il vuoto
A. Artaud – Nuove rivelazioni sull'essere

Sappi che non finirà tanto presto,
e che non sentirai piacere.
300

In questo nostro viaggio arriviamo dove finisce la mappa. Sul confine (non Margine che è abusato) tra le cose che pensiamo un po' di sapere, che ci portiamo dietro discretamente, e quelle su cui alla fine non possiamo che azzardare. Teniamo prudentemente un piede al di qua e uno al di là, anche se questo Confine, in sé, ci pare troppo caricato di senso dai secoli trascorsi. Forse è meglio dire che affrontiamo un soggettile, nel senso di Artaud, che è qualsiasi cosa, tutto e il resto, ciò che è senza esserlo (Derridà). Senza voler esserlo diremmo noi.

E proprio qui ci chiediamo sommessamente: esiste ancora una tensione tra il Corpo, tra i corpi, e l'organizzazione dei rapporti sociali? In fondo molti di noi sono giunti fin qua seguendo una linea che ancora s'orientava in base ad un corpo che si poneva come ultimo baluardo irriducibile, che in qualche modo si ribellava alle imposizioni dell'organizzazione umana che voleva uniformarlo.
Una via aperta da Platone, su su fino al Beato Angelico del Cristo incoronato di spine (1450) arrivando a Bruce Nauman. Il corpo che esibisce le sue ferite, compreso eppure distaccato dal racconto del Mercato, dei mercati. Pensiamo al Beato Angelico. Il suo Cristo è sì in posa iconica, frontale, immobile, eternabile, ma porta su di sé ferite umanissime che grondano sangue copioso e addolorato, i suoi occhi sono rossi di sofferenza. Insomma i suoi liquidi corporei si ribellano a tutta questa eternità, a tutta questo divino che gli viene fornito dalla sua posa. Le nostre ultime guide su questo sentiero potrebbero essere Bruce Nauman, Vito Acconci, Gina Pane una volta che abbiamo voltato le spalle all' azionismo viennese. Ci si ferisce, dunque, si fa penitenza oppure il suo opposto, si rinuncia al cibo, ci si taglia, si sparge il sangue, usiamo lame e lamette, si rendono visibili sulla nostra carne esplicitamente le oppressioni, le nevrosi, i tabù imposti dalle società. Ma chi ci accoglie, sornione, è Ron Athley, che nella serie delle sue foto del 2000, si dispone languidamente coperto di siringhe su un bel broccato, la luce certamente è quella giusta.

martedì 17 maggio 2016

dove esponiamo ora/ where we exhibit now

Non esponiamo, effettivamente. Ma il testo che abbiamo pubblicato nel precedente post, l'anticipazione del quarto e quinto viaggio, fa parte di quello più lungo che abbiamo preparato per il catalogo della mostra .
S'inaugura in provincia di Udine :
21 maggio Villa Manin , Villa Ottelio Savorgnan





PARTECIPATE?





 




mercoledì 20 aprile 2016

quarto e quinto viaggio (fourth and fifth trip) / prima parte - first part


.


italian/english version


sono Gli ultimi testi . Li pubblichiamo in più parti, che ci sono venuti lunghi - This are the  last  texts . We Publish them in multiple parts , that they have a long  way 
Il fine del nuovo

Forse con più timore pronunciate voi la sentenza contro di me,
di quanto ne provi io a riceverla
Giordano Bruno


Assisteremo, in questi secondi momenti,
alla nostra personalità
Giovanni Trapattoni (Italia-Spagna)

Se questo nostro testo fosse un viaggio, lo sarebbe con la semplicità e l' inconsapevolezza in cui in 1Q84, il romanzo di Murakami Haruki, si passa da un mondo all'altro. Più che romanzo, una narrazione. Riteniamo, infatti, che, tra i due, la narrazione sia più discreta , cerca di scomparire dopo essere stata pronunciata, non vuole eternarsi come il romanzo. Come dice W.Benjamin “da un lato il senso della vita, dall'altro la morale della storia”. Così noi racconteremo il meraviglioso incontrato nel nostro cammino, non la sua base psicologica o la sua spiegazione scientifica, che lo riporterebbero nell'opaco dei dettami del Bene/Padre/Sole/Capitale, da cui invece tenteremo di allontanarci per evitare che il nostro parlare ci riporti ai consueti rapporti di forza donati dal Mercato nel quale viviamo.

Dunque, in 1Q84 Aomame, una dei protagonisti, si ritrova un giorno del tutto casualmente bloccata dal traffico in un'autostrada di Tokyo. Il Taxista, incredibilmente, vista la sua fretta (ha appena ucciso un uomo che se lo meritava) le consiglia di scendere attraverso una scaletta di servizio dal ponte su cui si trovano per raggiungere una via più libera. Eppure alla fine della scala, superati alcuni ostacoli, Aomame si troverà in un altro mondo, individuato da piccoli segni. Ci sono due lune, un cartello pubblicitario messo al contrario, ma soprattutto cambiano le forze in campo. Cioè a regolare questo strano Giappone stanno i Little people, con tanto di setta a cui parlano silenziosamente, e la forza a loro antagonista. Nessuna delle due può essere chiamata bene o male, s'affrontano in mille episodi che sono percepiti solo da chi ne sia consapevole. Il nostro ambiguo viaggio per prendere le distanze dal B/P/S/C , lontano dai suoi significanti amministrati dal Mercato non può che essere così, leggero e casuale. Già ad affrontare delle prove ritorneremmo sotto il suo cappello, ci sforzeremmo per superarle, riportando i significati con noi. Riempiendo, di nuovo, il nostro inconscio ormai necessariamente vuoto, o meglio appaltato, d'un linguaggio che non è il nostro. Risaliremmo la scalinata attraverso catene di desiderio, senza abbandonarci al nuovo piacere.

I primi scalini che scendiamo, invece, sono alcune parole (Parole) imprescindibili anni fa. Non per chi s'occupasse di motori trifase, ma se qualcuno s'aggirava nell'ambito dell'arte, nelle periferie, si sarebbe sicuramente scontrato con Paradossale, Contemporaneo, Storicizzato, Surreale. Un pessimo gin tonic poteva essere paradossale, storicizzato era un modo per eliminare un artista dalla discussione. Chiunque fosse. La gergalità come accesso scomposto ad una comunità. Ma la ripetizione ossessiva non produce un significante e difatti il primo scalino era spesso proprio un gin tonic. In questo 2K16 ci permettiamo un'operazione che in quell'altro mondo sarebbe stata tacciata come Storicizzata, citando Salvatore Settis che parla di cultura classica : “Meno sappiamo il greco e il latino, meno leggiamo quella letteratura, e più parliamo di greci e romani, ma in modo sempre più sclerotizzato, convenzionale, morto”. Cioè, paradossalmente (Dio ci perdoni) più svuotiamo ciò che citiamo, che diciamo, di senso, più lo mettiamo, confusamente, sopra un piedistallo che diremo universale (Universale).

lunedì 29 febbraio 2016

quarto e quinto viaggio (fourth and fifth trip)

questi viaggi saranno su commissione. these trips will be on  commission 

Attenzione: il testo completo va consegnato il 12 marzo. per gli ultimi scritti la scadenza è '11
Warning: the complete text must be delivered March 12. for the last written the deadline is '11

Ovvero saranno pubblicati, assieme ad altri, per un progetto dal titolo La fine del nuovo - That is, they will be published , along with others, for a project entitled The end of the new

Abbiamo iniziato la scrittura su wattpad. Chi volesse darci una mano può mandarci una mail a veditudine@gmail.com e gli diamo gli accessi.We started writing to wattpad . Anyone wishing to help us can send  a email to veditudine@gmail.com and we give you an  access.


Seguite il nostro cammino - Follow our trip
venite con noi - come with us
se non siete su wattpad troviamo comunque un modo - if you are not on wattpad we search another a way